Fondazione Saccone per il terzo anno consecutivo è di antenna campana del DIGITALmeet - il più grande festival italiano sull’alfabetizzazione digitale per cittadini e imprese - promosso da Fondazione Comunica e Talent Garden Padova. Nell’ambito dell’evento, in programma dal 19 al 23 ottobre 2021, Fondazione Saccone organizzerà in partnership con altre realtà ed esperti del territorio regionale 3/4 tappe sul territorio campano:
  1. Tappa salernitana organizzata in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale "Montecorvino Pugliano" dal titolo: Kids Coding Lab
  2. Tappa salernitana organizzata in collaborazione con il Liceo Classico Torquato Tasso, Medaarch e Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano dal titolo: "Laboratorio Umanisti Digitali "
  3. Tappa casertana (in fase definizione)
  4. Tappa napoletana (in fase definizione)
Gli eventi saranno realizzati in parte in parte in presenza e in parte in modalità digitale.   “Kids Coding Lab”, in programma martedì 19 e sabato 23 ottobre, ore 16.00 – 18.00, è laboratorio di coding rivolto a bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni, (inserito anche nell’ambito del Progetto EduCare – Ricreare Socialità finanziato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e cui Fondazione Saccone è Ente Capofila articolato in 30 ore formative). Il laboratorio, che si svolgerà presso la sede di Fondazione Saccone, ha l’obiettivo di insegnare l’uso responsabile e consapevole degli strumenti informatici, favorire lo sviluppo del pensiero computazionale, la capacità di lavorare in gruppo, l’approccio al problem solving e del pensiero critico. Attraverso il “gioco”, i giovani partecipanti, apprenderanno le nozioni di base dell’informatica e della programmazione. Programmare è diventato importante come saper leggere e scrivere. I piccoli apprendisti inizieranno a scoprire il mondo familiarizzando con le tecnologie, con i concetti base di logica e spazio e con i rudimenti di programmazione. Le attività sono essenzialmente ludiche e improntate sulla creatività. Creatività, logica, pensiero computazionale, capacità di lavorare in team, approccio al problem solving sono gli strumenti essenziali per essere protagonisti del proprio futuro. Il Coding è la prima forma di approccio interdisciplinare alle TIC e consente l'avvio all'uso consapevole del computer; aiuta a comprendere che le dotazioni tecnologiche sono strumenti attraverso i quali realizzare dei progetti; sviluppa il pensiero riflessivo e procedurale; fa riflettere sull'errore come nuovo spunto di lavoro e stimola la capacità di riflessione sul proprio operato. Oggi esistono strumenti, basati sulla filosofia dei "mattoncini Lego", che sono alla portata di tutti e rendono l'approccio alla programmazione qualcosa di estremamente stimolante a tutti i livelli. Uno degli ambienti al momento più maturo e più robusto è quello offerto dal tool Scratch (http://scratch.mit.edu) sviluppato dal Massachusetts Institute of Technology (MIT). Scratch permette agli studenti di creare giochi o animazioni multimediali ed interattive usando immagini, musica e suoni.   Il Laboratorio Umanisti Digitali, in programma mercoledì 20 ottobre ore 14.30 – 17.30, è organizzato in partnership con il Liceo Classico Torquato Tasso, Medaarch - Accademia Mediterranea di Architettura e Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano (inserito anche nell’ambito del Progetto EduCare – Ricreare Socialità finanziato dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e cui Fondazione Saccone è Ente Capofila e articolato in 60 ore formative) con l'obiettivo di favorire la promozione e la comprensione dell’arte attraverso la tecnologia. I partecipanti, grazie al supporto di esperti del settore archeologico e delle nuove tecnologie digitali e all’utilizzo di strumenti innovativi, quali scanner e stampanti 3D, avranno l’opportunità di riprodurre i manufatti esposti nel Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano. Le attività, che si svolgeranno presso il Liceo Tasso di Salerno, prevedono il coinvolgimento da un minimo di 20 ad un massimo di 40 studenti delle classi III, IV e V selezionati dall’Istituto, che saranno seguiti oltre che dai docenti anche da due esperti esterni in architettura e nuove tecnologie. In un mondo così profondamente cambiato dall’era digitale diventa sempre più importante formare figure professionali con competenze interdisciplinari. È per questo che il laboratorio “Umanisti Digitali” vuole offrire agli studenti del Liceo Tasso di Salerno la possibilità di arricchire la propria formazione classica ed umanistica con hard e soft skill digitali, competenze sempre più richieste dal mondo del lavoro.      
Share post with: