In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il nuovo Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico che, in collaborazione con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, definisce le modalità di erogazione degli incentivi per tutte le persone fisiche che intendono avviare piccole e medie imprese e start-up innovative. L’ammontare dell’agevolazione fiscale, prevista nel Decreto Rilancio, è del 50% sultotale degli investimenti effettuati nelle start-up innovative, fino a un tetto massimo di 100.000 euro, e nelle piccole e medie imprese, fino ad un massimo di 300.000 euro. L’investitore può detrarre, sull’eccedenza, il 30% in ciascun periodo d’imposta, sempre nel rispetto delle soglie fissate dal regime “de minimis”. Tramite la piattaforma online del MISE, sarà possibile accedere agli strumenti di presentazione della domanda, registrazione e verifica dell’aiuto nella soglia del “de minimis”. Sono ammessi tutti gli investimenti già effettuati nel 2020 e fino all’operatività della piattaforma: le persone fisiche possono presentare domanda dal 1 marzo 2021 fino al 30 aprile 2021. L’investimento può essere effettuato anche attraverso i Fondi Comuni di Investimento (Oicr) e mantenuto per almeno 3 anni. Ratio della norma è che l’investitore potrà effettuare gli investimenti soltanto in un momento successivo alla presentazione della domanda. Per maggiori informazioni, si rimanda al presente Decreto.
Share post with: